Novità

CAT.8 per il datacenter

Cablaggio Cat.8

Lo standard per il cablaggio Cat.8 è stato definitivamente approvato. E’ arrivato anche il primo tester dedicato agli installatori che hanno la necessità di certificare la infrastrutture di rete secondo questo nuovo standard.

IEEE 802.3bq 25G/40GBASE-T, pubblicato l’ 8 September 2016.  Standard internazionale che difinisce le caratteristiche minime per applicazioni che debbono supportare una trasmissioni pari o maggiore di 25 Gbps e 40 Gbps su cavo di rame twistatog.

ANSI/TIA-568.2-D, approvata nel giugno 2018.  Definisce la Categoria 8 sia per il Channel che Permanent Links, include i limiti per Resistance Unbalance, TCL, ELTCTL.

ANSI/TIA-1152-A pubblicata il 10 novembre 2016.  Definisce i requisiti per gli strumenti da “campo” al fine della certificazione della Categoria 8, inclusa anche la nuova specifica “2G” per la precisione prevista e richiesta per i tester di Cat. 8

ISO/IEC 11801-99-1 . Definisce i paramentri di canale per la Classe I/II e IEC 61935-1 Ed5.0 chedefinisce la precisione degli strumenti per il test inclusa la stessa “2G” richiesta anche dalla m ANSI/TIA1152-A.

Cablaggio Cat.8 jera conselice

Le soluzioni in Cat.8 consentono  velocità superiori a 40 Gbps  (40GBASE-T) su distanze superiori ai 30 metri.  Soluzione orientata quasi esclusivamnente per i datacenter.

Il cavo in rame ha costi di installazioni più contenuti. I vantaggi più cospicui si avranno con l’introduzione dello standard nelle connessioni di Switch e Server, che saranno più economiche rispetto a quelle in fibra ottica. La specifica a 25/40GBASE-T supporta, inoltre,  l’autonegaoziazione.  Soluzione ancora più economica ed efficente per l’introduzione nei data center in alternativa alla fibra ottica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *